SNCR - Riduzione selettiva non catalitica

Per ridurre gli ossidi di azoto nei fumi

Nella riduzione selettiva non catalitica (SNCR), l’urea reagisce con il dannoso monossido di azoto e il biossido di azoto dei fumi formando azoto innocuo  e acqua.

Gli impianti SNCR AGRO consistono essenzialmente in un serbatoio per l’agente riducente e una stazione di dosaggio con successiva iniezione nella zona di post-combustione del bruciatore. La quantità necessaria di agente riducente viene calcolata in anticipo in funzione del carico della caldaia e corretta in base al valore di NOx misurato.

Gli ugelli di nebulizzazione mescolano l’agente riducente con l’aria di nebulizzazione. Gli ugelli vengono appositamente adattati alla geometria della camera di combustione per sfruttare al meglio la camera di reazione.

Installando la tecnologia SNCR, è possibile ottenere una riduzione massima dei valori di NOx del 70% rispetto al valore iniziale con una temperatura della camera di combustione di 850-950 °C e un rendimento del 50-100%. Un’eventuale riduzione superiore al 70% può essere raggiunta con l’integrazione di un catalizzatore.

È possibile trovare alcune referenze sugli impianti con SNCR integrata qui>>.

Rappresentazione schematica dell’SNCR

Condividi post

LinkedIn
Facebook

Interessato/a? – Contattaci!

Mettiti in contatto con noi – saremo lieti di fornirti tutta la consulenza necessaria e di realizzare i tuoi progetti!

Calore ed elettricità dal legno
Torna su